I Giardini di Limoni

Ma cosa sono quegli alti pilastri saettanti verso il cielo, tutti in fila, racchiusi su tre lati da bianche muraglie di pietra? Il Lago di Garda, specie lungo la sua riva occidentale da Limone a Salò, offre ancora al visitatore notevoli esempi di strutture architettoniche introvabili altrove, quali testimonianze tangibili di un'epoca e di una civiltà.
Sono i resti dei Giardini di Limoni che colpirono Goethe due secoli fa: "... Passammo davanti a Limone i cui 'giardini', disposte a terrazze e piatnati di limoni, hanno un ricco e bell'aspetto ..." (da Viaggio in Italia, 1786). Le Limonaie del Garda, definite anche giardini-serra, disegnano da secoli il paesaggio del Garda nell’ultimo tratto di costa bresciana.

Bianchi pilastri e muraglie aggrappate alle montagne, coperte d’inverno per riparare i pregiati frutti, sono insieme documento di una intelligente imprenditorialità che ebbe un grande sviluppo nel XVIII sec. ed esempio di come le azioni dell’uomo, se svolte con passione e rispetto, diano risultati in armonia con l’ambiente. Una preziosa testimonianza anche ad uso didattico.La limonaia è in genere esposta verso sud-est ed è circondata su tre lati da alte muraglie. Numerosi pilastri, posti su ripiani terrazzati sostengono una fitta orditura di travi in legno su cui, durante il periodo novembre-marzo, si fissano assi e vetrate per riparare i limoni dal freddo.

torna su


Isola del Garda | Fondazione Heller | Il Vittoriale | Orto Botanico Ghirardi | Giardino di Delizia | I Giardini di Limoni

home page | mappa sito | credits | contattaci