Fondazione André Heller

La Fondazione André Heller offre tutto il mondo in un giardino: Boschetti di bambù, ruscelli, cascate e stagni, cactus e ninfee, orchidee e stelle alpine, felci, alberi secolari ed esotici. Un’armonia dove la natura si sposa con strutture artificiali, sculture contemporanee ed effetti scenografici sorprendenti. Un gioco di richiami e contrasti con le intuizioni di artisti quali Haring, Lichtenstein, Paladino, Novak, Schmoegner, Hirt. Paesaggi viventi creati dall’acqua, angoli di meditazione.

Intorno al 1901 Arturo Hruska, medico dentista degli Zar, dei Savoia, dei papi Pio XII e Giovanni XXII, di re Alberto del Belgio, nonchè naturalista e botanico, si trasferisce dall'Austria a Gardone Riviera dove comincia a progettare l’orto botanico, ora Giardino Botanico Fondazione André Heller, ricco di circa 3000 specie di piante. Nel corso degli anni il viennese Andrè Heller, annoverato fra gli artisti multimediali più influenti del mondo, aiutato da un clima che definisce "aria della fortuna", è riuscito a trasformare l’orto botanico in un giardino paradisiaco dove sono ospitate piante provenienti da tutto il mondo. Un complesso ecologico dove ciascuna specie è calata nel suo ambiente naturale e insieme a selezionati oggetti d’arte diventa un giardino paradisiaco.


torna su

 

Isola del Garda | Fondazione Heller | Il Vittoriale | Orto Botanico Ghirardi | Giardino di Delizia | I Giardini di Limoni

home page | mappa sito | credits | contattaci